Ultima modifica: 29 Nov 2018

Circ. n. 134 – RICREAZIONE STUDENTI

Il Dirigente Scolastico, avendo ricevuto la richiesta, formulata dagli studenti, di consentire il gioco della palla durante la ricreazione, ha approfondito la questione sotto il profilo normativo e assicurativo.

Il Dirigente Scolastico, avendo ricevuto la richiesta, formulata dagli studenti, di consentire il gioco della palla durante la ricreazione, ha approfondito la questione sotto il profilo normativo e assicurativo.

Vi comunico pertanto che il Dirigente Scolastico autorizza l’utilizzo della palla alle seguenti condizioni:

l’utilizzo deve essere limitato all’intervallo; non può  essere in alcun modo esteso al cambio d’ora o ad ore di studio assistito ecc. ;

gli studenti devono definire una regolamentazione condivisa da proporre al dirigente scolastico tramite i propri rappresentanti: il regolamento deve mirare alla responsabilizzazione di tutti gli studenti coinvolti nel gioco, in merito a comportamenti agiti ed alla gestione di eventuali stili “agonistici” che possono snaturare il valore ludico di questo breve momento ricreativo, che è circoscritto in un altrettanto breve arco temporale e finalizzato a creare aggregazione e non a far emergere il “campione”; devono inoltre essere individuati i luoghi adatti (come per esempio il campo esterno) e quelli vietati, per salvaguardare le vetrate;

nel rispetto della parità di genere, tale autorizzazione è rilasciata sia agli studenti che alle studentesse.

In caso di infortunio o sinistro, i docenti assistenti che sono in vigilanza alla ricreazione chiederanno l’assistenza del personale della squadra di primo soccorso e compileranno la relazione per l’assicurazione, qualora il sinistro sia riconducibile alle condizioni di polizza per la Responsabilità Civile oppure se a causa dell’infortunio lo studente si sia dovuto recare in un centro ospedaliero di primo soccorso.

Si coglie l’occasione per puntualizzare quanto segue:

  1. A) infortuni in palestra: la pratica motoria e sportiva è tutelata sotto la doppia copertura assicurativa della polizza scolastica e dell’ INAIL, in quanto, per la sua sistematicità  e intenzionalità è assimilata all’attività lavorativa;
  2. B) infortuni durante la ricreazione per attività di gioco libero regolamentato e autorizzato dal dirigente scolastico: sono tutelati dalla polizza assicurativa del liceo;
  3. C) gioco della palla durante i viaggi di istruzione: è  autorizzato solo nei momenti e nei luoghi idonei, a insindacabile giudizio degli accompagnatori; in ogni caso è sempre vietato nei parcheggi degli autogrill, per ovvi motivi di sicurezza e di responsabilità civile, oltre che essere vietato in genere proprio dagli stessi autogrill che lo vedono nocivo all’incolumità dei consumatori o delle auto parcheggiate.

Invito quindi la Componente Studentesca a definire una proposta di regolamentazione da sottoporre allo Staff di Presidenza. Nel frattempo, autorizzo il gioco a palla confidando nel vostro buonsenso e nella capacità di autocontrollo personale e vicendevole.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

dott.ssa Albalisa Azzariti

(Firma autografa sostituita a mezzo stampa ai sensi

e per gli effetti dell’art. 3, c. 2, D.Lgs. n. 39/1993)

 

 

/mp