Ultima modifica: 7 settembre 2018

COMUNICAZIONE INFORMATIVA RIVOLTA AI GENITORI ED AGLI STUDENTI IN FASE DI AVVIO DELL’ANNO SCOLASTICO 2018 – 19

Ai genitori ed agli studenti

 

Il dirigente scolastico rende noto che con l’inizio dell’anno scolastico 2018/19 permangono alcune cattedre ed alcuni spezzoni privi di docente titolare.

Questa situazione, transitoria, che si verifica sempre ogni anno in qualsiasi scuola italiana in conseguenza di meccanismi organizzativi e burocratici attualmente insuperabili,  è stata in passato gestita con la nomina di supplenti provvisori “fino all’avente diritto”, i quali venivano revocati in qualsiasi momento e senza preavviso nel medesimo giorno in cui fosse stato individuato dagli uffici superiori oppure dalla segreteria del nostro stesso Liceo, sulla base di una graduatoria, il docente titolare, cioè appunto colui che “è avente diritto”.

Il nuovo CCNL comparto scuola impedisce ora la nomina di supplenti provvisori “fino all’avente diritto”.

La designazione di docenti con incarico annuale sulle cattedre vacanti e sugli spezzoni rimasti disponibili è di competenza, per la prima fase, degli Ambiti Territoriali (che operano al posto di quelli che una volta si chiamavano “Provveditorati”). Solo terminata questa fase le segreterie delle scuole riceveranno l’autorizzazione a scorrere le graduatorie, per individuare i docenti con contratto a tempo determinato che saranno titolari delle cattedre o spezzoni fino agli scrutini finali.

Questo nuovo scenario comporta un inevitabile rallentamento nelle operazioni di copertura delle cattedre e delle quote orarie di discipline scolastiche prive di titolari.

La Dirigenza Scolastica e il Collegio Docenti del Liceo Scientifico Elio Vittorini si sono in primo luogo premurati di fare in modo che tra le classi vi fosse una distribuzione il più possibile equa delle situazioni di instabilità, assegnando le cattedre nel 2018-19  con un occhio di riguardo alle situazioni in cui avrebbero potuto concentrarsi ipoteticamente un numero significativo di docenti precari.

Avendo ricevuto una indicazione di massima, sia da parte della Amministrazione superiore sia da parte delle Organizzazioni Sindacali , sulla tempistica di tutte le operazioni di copertura, si teme che possa trascorrere tutto il mese di settembre senza addivenire ad una situazione stabile di copertura delle classi. Il Dirigente Scolastico – in accordo con il Collegio Docenti  – ha deciso di fare quanto possibile per poter erogare il massimo di lezioni possibili stante l’organico in servizio all’inizio dell’anno scolastico, al fine di assicurare il più possibile il diritto allo studio degli studenti e di iniziare quanto prima lo svolgimento del programma didattico.  Tale decisione comporta i seguenti effetti concreti:

  1. a) In fase di orario provvisorio, per un periodo di tempo limitato , alcune cattedre saranno suddivise in modo tale da permetterne l’assegnazione a docenti titolari, i quali si prenderanno carico temporaneamente di un’ulteriore o di ulteriori classi, avviando l’attività didattica di tutte le discipline; tale situazione cesserà con l’arrivo dei titolari e quindi con la possibilità concreta di erogare l’orario definitivo completo.
  2. b) In fase di orario provvisorio, non sarà attivato l’insegnamento della Religione Cattolica né quello delle attività alternative alla Religione Cattolica, perché mancano le risorse professionali per erogare questa seconda attività; durante le ore destinate a tale disciplina, gli studenti saranno temporaneamente tutti nella medesima classe e svolgeranno lo studio personale o i propri compiti, assistiti dal docente di Religione Cattolica; tale situazione cambierà con l’arrivo di tutti i docenti titolari di cattedra e di spezzone e quindi con la possibilità di attivare risorse di personale destinate allo svolgimento delle Attività Alternative alla Religione Cattolica e di poter contemporaneamente gestire anche il gruppo di studenti  che svolge studio assistito.

Il Dirigente Scolastico mette in luce  la dimensione etica di questa presa in carico che i docenti stanno mostrando in questo frangente, assumendosene il gravame. La decisione assunta si inserisce in una riflessione comune sulla  garanzia delle pari opportunità di accesso allo studio per tutti gli studenti , per il bene dei ragazzi e della Nazione. Si dichiara certa che i genitori del Liceo Vittorini sappiano cogliere la portata di questa decisione generosa, che è attuata per il bene dei loro figli.  E’ convinta che anche gli studenti sapranno ricambiare questo impegno con una partecipazione attenta, con un atteggiamento di ascolto e con un dialogo costruttivo con i loro docenti – siano essi definitivi o forzatamente temporanei.

Milano, 7 settembre 2018                                                      Il dirigente scolastico dott.ssa Albalisa Azzariti