Ultima modifica: 2 Maggio 2019

Saggio di orchestra, coro e corpo di ballo

Giovedì 11 aprile alle 11.30, presso l’EcoTeatro di Milano, si è tenuto il primo saggio congiunto dell’orchestra, del coro e del corpo di ballo del nostro liceo, un Concerto-Spettacolo a cui hanno partecipato il Dis[He]nsemble, gruppo orchestrale, e i Six Unbreakable, gruppo coreutico, entrambi alla loro prima esibizione, insieme al Colorful Choir, coro diretto dalla prof.ssa Raffaella D’Ascoli, nato lo scorso anno scolastico ma anch’esso al suo debutto sul grande palcoscenico di un teatro.

 

L’evento è stato organizzato dal Dirigente Scolastico dott.ssa Albalisa Azzariti, che è stata anche referente per i progetti orchestrale e coreutico. Il laboratorio orchestrale ha costruito un proprio ricco e vario repertorio nel corso dell’anno scolastico, grazie agli arrangiamenti ed alla conduzione del direttore d’orchestra nonché direttore artistico dello spettacolo, il Maestro Alberto Di Priolo. I nostri ballerini sono stati preparati, con un intenso programma di allenamento e di costruzione collaborativa di coreografie, dagli studenti dell’indirizzo coreutico del Liceo Classico Tito Livio di Milano; l’attività è valsa per gli studenti del Tito Livio come percorso per le Competenza Trasversali e l’Orientamento (ex alternanza scuola-lavoro). Questi studenti esperti sono stati coordinati dal loro tutor  per l’alternanza scuola-lavoro prof.ssa Arianna Guido Rizzo, Direttore del corpo di ballo e docente di Tecnica della danza contemporanea del Liceo Coreutico Tito Livio, ed hanno lavorato con grande serietà, contribuendo ottimamente alla formazione dei nostri danzatori.

Il nostro Colofurl Choir  è stato preparato e diretto dal  Direttore del coro e docente di    tecnica vocale e repertorio corale prof.ssa Raffaella D’Ascoli, con il partecipe e fattivo supporto della docente referente per il liceo prof.ssa Giuliana Trabella.

 

 

Lo spettacolo è quindi frutto della collaborazione e sinergia fra i nostri tre laboratori artistici, accomunati dall’intento di estendere a un numero sempre più ampio di studenti la pratica musicale e, più in generale, le arti performative. Rivolgendosi a una platea di circa cinquecento spettatori, per la maggior parte allievi del liceo che hanno assistito al concerto con una partecipazione attiva ed entusiasta, lo spettacolo ha trasmesso un forte messaggio di incoraggiamento all’espressività con la voce, il corpo e la musica e di promozione dell’educazione musicale, attraverso uno scambio armonioso di risonanze tra le ottime esecuzioni strumentali e vocali e le suggestive coreografie danzate con precisione e sorprendente capacità di espressività emotiva.

 

 

Di seguito alcune immagini dello spettacolo.